Qual è l’unico film vietato ai minori che ha vinto l’Oscar come miglior film?

La storia di Ben-Hur e la sua leggenda vincono l’Oscar

Nel 1959, Ben-Hur di William Wyler uscì con grande successo. Il film, interpretato da Charlton Heston, fu nominato per il record di 12 Oscar dell’epoca e ne vinse 11 (un record che sarebbe rimasto in piedi per 37 anni, fino a quando Titanic non l’avrebbe battuto nel 1997). Ben-Hur è l’unico film nella storia degli Academy Awards ad aver vinto sia il premio per il miglior film che quello per la miglior regia senza essere nominato in nessuna delle categorie attoriali. È davvero un risultato leggendario. Ma come è nato questo film?

Il Ben-Hur originale è un romanzo di Lew Wallace, pubblicato nel 1880. Il libro è stato subito un bestseller ed è stato adattato più volte nel corso degli anni per il teatro, il cinema e la radio. L’adattamento più famoso, prima del film di Tyler, fu un film muto del 1925 diretto da Fred Niblo e interpretato da Ramon Novarro. Questa versione di Ben-Hur fu immensamente popolare e di successo, ottenendo un record di 7 nomination agli Oscar (anche se alla fine perse nella categoria miglior film a favore di L’alba di F.W. Murnau).

Quando Wyler assunse la regia di Ben-Hur nel 1959, sapeva di dover seguire grandi orme. Per soddisfare (e superare) le aspettative del pubblico, voleva realizzare il film più elaborato e spettacolare. E ci riuscì: all’epoca della sua uscita, Ben-Hur era il film più costoso mai realizzato, costato 15 milioni di dollari (che oggi corrispondono a circa 128 milioni di dollari).
Per mettere questa cifra in prospettiva: la produzione di Guerre stellari di George Lucas costò 11 milioni di dollari nel 1977 (45 milioni di dollari al netto dell’inflazione). Anche depurato dall’inflazione, Ben-Hur è costato quasi il triplo di Star Wars!

L’azzardo di Tyler fu ripagato: Ben-Hur fu un clamoroso successo di critica e commerciale. Il film vinse 11 Oscar (un record che sarebbe durato 37 anni), tra cui miglior film e miglior regia. Non male per un film vietato ai minori!

Il film: Ben Hur – Un’epopea senza tempo

Judah Ben-Hur (Charlton Heston) cerca di evitare che il suo amico Messala venga schiacciato dalla caduta di detriti durante l’assedio romano di Gerusalemme nel 66 d.C.. Viene ferito e la madre e la sorella vengono mandate in schiavitù. Quando scopre che il suo amico d’infanzia Messala (Stephen Boyd) lo ha tradito, cerca di vendicarsi, ma viene arrestato e condannato a diventare uno schiavo di galea. Dopo essere sopravvissuto a una battaglia navale, viene mandato a lavorare in un lebbrosario. Lì incontra Ester (Haya Harareet), una bellissima principessa ebrea che vive anch’essa in esilio. Quando finalmente torna a casa dopo anni, Judah viene a sapere che sua moglie è morta di parto e che suo figlio Simonides (Toby Stephens) è stato adottato da Quintus Arrius (Jack Hawkins), il capitano della nave che ha salvato Judah dalla schiavitù. Quinto si interessa al giovane e lo aiuta a diventare un pilota di carri di successo, in modo che possa partecipare alle gare romane. Ma quando Messala diventa comandante della guarnigione romana in Giudea e viene a sapere che Giuda è ancora vivo, lo insegue per il bene….

Ben Hur, un’epopea senza tempo di azione, avventura, amore e tradimento, è un appuntamento imperdibile per chiunque apprezzi una buona storia. Con la sua splendida fotografia e alcune delle scene più memorabili della storia del cinema, non c’è da stupirsi che questo film abbia vinto 11 Oscar – uno dei soli tre film non inglesi a raggiungere questa impresa. Se non avete ancora visto Ben Hur, aggiungetelo alla vostra lista!

Nel 1959, l’adattamento cinematografico di William Wyler del romanzo classico di Lew Wallace, Ben-Hur, fu presentato in anteprima con recensioni entusiastiche. Il film ha vinto 11 Oscar, tra cui miglior film e miglior regia.